Lunedì, Giu 25th

Last update04:11:26 PM

Sei qui: Home Il paese Feste campestri Il Miracolo

Il Miracolo

Su MeraculuSu Meraculu

 

Il 15 marzo del 1899, presso il notaio Salvatore Orunesu di Bitti, venne firmato l’ atto costitutivo per la Beata Vergine del Miracolo di Lula. I soci fondatori comprarono l’ area situata nella località nota come Friscunele e vi costruirono la chiesa di " Nostra Sennora 'e su Meraculu " ( Nostra Signora del Miracolo ), che venne consacrata dopo due anni. Il fine associativo è quello di aiutare i poveri e gli orfani del paese, in concomitanza della festa religiosa che si terrà la prima domenica di settembre di ogni anno, organizzando al proposito un lauto pranzo.Nel corso di tutti questi anni il comitato ha saputo gestire nel migliore dei modi quanto realizzato in quel lontano secolo, arrivando all’ attuale Santuario che tutti conosciamo ed amiamo. Il comitato è costituito da Sas Partes, oggi nucleo più numeroso di quello iniziale, sostituito da diretti discendenti dei soci fondatori e da chi nel corso degli anni ha voluto aderire spontaneamente allo spirito che pervade questa festa. Sino all’ anno 1976 è sempre stato nominato un solo priore, ma successivamente vista il notevole impegno al quale si è chiamati a rispondere si è scelto di nominarne tre, la cosiddetta Tripide.

Nella parte finale della funzione religiosa dopo la processione che si snoda intorno alla chiesa il parroco celebrante provvede ad effettuare un sorteggio che deciderà la costituzione del futuro priorato. In una cassetta vengono riposti i biglietti con scritti i nomi dei componenti del comitato ed anche quello della Beata Vergine del Miracolo, il parroco estrarrà i biglietti leggendo i nomi in essi scritti sino a quando il suono insistente della campana accompagnato da una scarica di fucilate a salve annuncia l’ estrazione del nome della Beata Vergine del Miracolo. Ora l’ attenzione è concentrata sui successivi tre estratti che costituendo la nuova Tripide saranno chiamati ad organizzare la festa per l’ anno successivo.

processione

La nomina è accompagnata da un forte applauso e dai bambini che correndo escono dalla chiesa per anticipare agli astanti i nomi appena estratti, applausi e abbracci accompagnano questi momenti oltre a qualche pianto di emozione e gioia. L’ impegno a loro assegnato è notevole ma tutto il comitato sarà al loro fianco tutto l’ anno per i lavori preparatori e l’ organizzazione finale. Sa Tripide uscente successivamente si incontrerà con la neo-eletta nel giorno de Sas Cunsegnas, viene steso un resoconto economico dell’organizzazione trascorsa, si consegnano le chiavi e i preziosi dati come voto di devozione.

Trascorsi diversi mesi, in vista della nuova festa il nuovo priorato si preoccuperà di organizzare la questua, che viene effettuata esclusivamente nel paese o presso le case dei Lulesi emigrati, si partecipa con danaro, viveri o anche con il frutto del proprio lavoro. Si puliscono i terreni circostanti dal fieno, il sagrato e i locali vengono puliti come non mai e la chiesa addobbata di fiori profumati, tutto deve essere pronto ed impeccabile. Qualche giorno prima della festa ci si riunisce per la macellazione e la sezionatura delle carni, abili macellai scuoiano con maestria le carcasse degli animali destinate alla festa, ci si preoccupa di aiutarli nel loro compito pulendo o rimuovendo gli scarti della macellazione o lavando le frattaglie. Le celle frigo attrezzate e fresche accoglieranno le carni sezionate, nulla è lasciato al caso o all’ improvvisazione.

Ogni giorno di preparazione è un giorno di lavoro ma anche di amicizia e gioia, ci si incontra e si pranza insieme, racconti e risate accompagnanola giornata.

carni

 

La festa in se stessa inizia il sabato, si protrae per tutta la notte e termina la domenica a pranzo. Per inciso uno dei moemnti più belli oltre alla nomina del priorato è il lancio dei dolci, caramelle e cioccolati nel sagrato della chiesa, decine di bambini corrono e fanno a gara per raccogliere quanto più possono da questo inaspettato regalo tra le risate degli adulti, al termine a terra non rimane proprio nulla.


E come si dice ogni anno dal 1901 “Atteros annos menzus ……… “

 

 

 

 

 

 

L' atto Costitutivo.

1954 Spanu Raimondo --------------------------- ---------------------------
1955 Zizi Pietro --------------------------- ---------------------------
1956 Sannio Nemi --------------------------- ---------------------------
1957 Guiso Totore --------------------------- ---------------------------
1958 Pala Melchiorre --------------------------- ---------------------------
1959 Moro Francesco --------------------------- ---------------------------
1960 Olivai Giorgio --------------------------- ---------------------------
1961 Sanguinetti Giovanna --------------------------- ---------------------------
1962 Chessa Giovanni --------------------------- ---------------------------
1963 Serra Gregoria --------------------------- ---------------------------
1964 Leoni Melchiorre --------------------------- ---------------------------
1965 Pala Melchiorre --------------------------- ---------------------------
1966 Pala Melchiorre --------------------------- ---------------------------
1967 Piras Francesco --------------------------- ---------------------------
1968 Ruiu Giovanni Michele --------------------------- ---------------------------
1969 Porcu Silvio --------------------------- ---------------------------
1970 Porcu Arcangelo --------------------------- ---------------------------
1971 Pala Vincenzo --------------------------- ---------------------------
1972 Puddu Angelo --------------------------- ---------------------------
1973 Porcu Raimonda --------------------------- ---------------------------
1974 Spanu Raimondo --------------------------- ---------------------------
1975 Marras Giuseppe --------------------------- ---------------------------
1976 Marras Agostino --------------------------- ---------------------------
1977 Manca Pasquale Cavada Pietro Guiso Totore
1978 Moro Francesco Sanguinetti Francesco Branca Domenico
1979 Porcu G. Francesco Sannio Nemi Boe Pietro
1980 Guiso Pietro Casalloni Anacleto Piras Govanni
1981 Puddori Mauro Satta Giuseppe Pintus Alberto
1982 Boe Pietro Spanu Raimondo Boe Flavio
1983 Sannio Nemi Calia Matteo Mannia Mariangela
1984 Porcu Gavino Daga Antonio Ruiu Giovanni Michele
1985 Moro Pietro  Sanguinetti Giovanni Moreddu Francesca
1986 Sannio Baldassarre Bandinu Andrea Dessaba Luigi
1987 Cavada Pietro Guiso Salvatore Manca Pasquale
1988 Pala Mario  e Sebastiano Pisanu Francesco Piras Bachisio
1989 Satta Giuseppe Guiso Pietro Pala Rosa
1990 Sannio Ciriaco Porcu Anna Rosa Sedda Pasquale
1991 Marras Agostino Mannia Mariangela Boe Antonio Giovanni
1992 Porcu Francesco Satta Sebastiano Boe Nicolò
1993 Daga Antonio Piras Bachisio Porcu Giacomo
1994 Pinna Mario Pala Mario Pala Sebastiano
1995 Porcu Gavino Sannio Ciriaco Ruiu Pinuccia
1996 Germiniasi Domizio Sannio Baldassarre Orunesu Giuseppa
1997 Bandinu Tore Casiddu Sandro Boe Antonio Giovanni
1998 Satta Sebastiano Moro Giovanni Branca Gian Piero
1999 Guiso Totore Manca Pasquale Calzedda Paolina
2000 Moro Francesco Moreddu Alberto Guiso Maria Tomasa
2001 Piras Bachisio Porcu Giacomo Daga Antonio
2002 Spanu Raimondo Guiso Pietro Porcu Raimonda
2003 Boe Raimondo Marras Angelo Bandinu Tore
2004 Sannio Maria Lucia Sanna Giacomino Mussino Angelo
2005 Pala Sebastiano Pinna Silvestro Pala Carlo
2006 Porcu Gavino Cabua Giovanni Porcu Domenico
2007 Piras Sebastiano Zidda Alessandro Pisanu Gaspare
2008

Guiso Bachisio

Porcu Giacomo Daga Angelo
2009 Marras Agostino Calzedda Mariantonia Mussino Angelo
2010 Marras Diego Pala Mario Deiana Nicola
2011 Moro Pietro Olivari Agnese   Cappai Francesco
2012 Pinna Caterina
2013 Marras Angelo Bandinu Tore Boe Raimondo
2014 Piras Bachisio Loi Sebastiano e Silvestro Porcu Mulas Raimonda
2015 Zidda Gianpietro Pisanu Raimondo Piras Antonello