Lunedì, Giu 25th

Last update04:11:26 PM

Sei qui: Home Lulesi nel mondo Paolo Calia

Paolo Calia

PAOLO-CALIA006Paolo Calia nasce a Lula nel 1949, figlio di Bastiano ( noto Grosso ) e Guiso Caterina ( nota Pomposa ), trascorre la sua infanzia nella casa di famiglia in Via Garibaldi sino a quando le sue doti di artista lo conducono prima nella penisola e poi in Francia. Si stabilisce nel quartiere degli artisti conosciuto come Les Frigos, un’ampia area industriale dismessa e trasformata in tanti loft personalizzati ed inimitabili, nel XXIII arrondissement, poco distante dalla Biblioteca François Mitterrand e dalla Gare d’Austerlitz . Il suo di circa mq. 300 esprime il suo percorso artistico dai dipinti, alle scenografie Felliniane, drappi, specchi, colonne, statue …… che lo rendono unico .

Calia Cozzari 19641

Paolo a Lula mostra immediatamente le sue doti artistiche, ma ad Olbia inizia la sua ascesa con il quadro dedicato ai Pescatori di Cozze. Creato da una mano attenta ed abile, l’opera denota un talento ed una sensibilità rappresentativa fuori dal comune, non apparentemente propria di un ragazzo di quindici anni autodidatta. Nel 1964 invia una sua opera a Cagliari, nel quale raffigura uno scorcio del suo paese natio, partecipando alla 5° edizione del Concorso Regionale Scolastico di Arti figurative La Rinascente. Anche qui la sua impronta ed il suo genio vengono notati immediatamente e la sua opera conquista la medaglia d’oro.Nel 1965 raffigurando suo fratello Renzo, partecipa alla Mostra di Pittura promossa dal “Club della caccia “, l’opera denominata “Bambino Malato“ conquista la medaglia d’oro. Nello stesso anno, sempre a Cagliari partecipa alla mostra regionale “Sardegna lavora“ e gli viene riconosciuto il Premio del Presidente della Regione Sarda.

Negli anni successivi viene premiato alla mostra regionale “Settembre Oristanese”, ad Iglesias partecipa alla 4° Mostra Nazionale di Arti Figurative e ritira la medaglia di bronzo. In un’altra mostra regionale organizzata ad Oristano dedicata alla Sartiglia riceve la medaglia d’argento. PAOLO-CALIA004Le sue doti artistiche, la sua mano, la sua caratteristica impronta lo portano sempre più avanti promuovendo mostre in diverse città.

Nel 1971 la sua opera “L’incompreso” viene premiata alla mostra la Rinascente di Cagliari. Terminati gli studi all’Istituto d’Arte di Oristano, parte per la penisola, trasferendosi a Venezia per frequentare l’Accademia delle Belle Arti. Questi anni si studio sono importantissimi, gli permettono di approfondire la conoscenza dei materiali, delle tecniche di pittura e scultura, dando nuova linfa al suo estro artistico con nuove opere e partecipazioni a mostre collettive e personali. Ottiene innumerevoli riconoscimenti nazionali ed internazionali con un ampio risalto nella stampa nazionale ed estera. Negli anni settanta lavora a Cinecittà come scenografo, viene notato immediatamente per le sue notevoli doti, dando un notevole contributo alla scenografia di “Casanova” del regista Federico Fellini, con il quale instaura una profonda amicizia. Poi parte per Parigi, che verrà scelta come residenza definitiva, continua con il suo percorso artistico, partecipando a noti programmi televisivi.


paolo caLIADicono di lui :

https://fr.wikipedia.org/wiki/Paolo_Calia

http://www.marieclaire.it/Casa/case-arredamento/Una-follia-barocca#1